Jon Garaño, José Mari Goenaga

Loreak

Fiori [t.l.]

Spagna • 2014 • 99' •
interpreti
Nagore Aranburu, Itziar Ituño, Itziar Aizpuru, Josean Bengoetxea, Egoitz Lasa, Ane Gabarain
Un giorno Ane, una donna non più giovanissima in un periodo delicato della sua vita, inizia a ricevere un mazzo di fiori all’indirizzo di casa: ogni giovedì alla stessa ora, e sempre in forma rigorosamente anonima. Ogni settimana un mazzo di fiori diversi. Al cantiere in cui Ane lavora c’è Beñat, un uomo che osserva il mondo dall’alto della cabina di una gru. E poi ci sono altre due donne, Lourdes e Tere, le cui vite sono in qualche modo condizionate da misteriosi fiori, che una sconosciuta lascia in memoria di qualcuno a loro caro. I fiori porteranno le donne a confrontarsi con sentimenti che da tempo credevano sopiti. Ma in fondo, non sono altro che fiori; e una persona muore solo quando se ne va dai nostri ricordi.
note
«Viviamo circondati dai fiori. Fiori ai matrimoni e ai funerali, fiori su un tavolo, fiori sulla carta da parati, in un giardino o lungo una strada. Diamo l’idea di ricorrere alla loro immagine costantemente, con l’intento di esprimere ciò che spesso non sappiamo dire a parole. Sono poche le immagini che riescono a rendere tante cose, così diverse tra loro. E in base al contesto in cui si trovano, il significato dei fiori può cambiare radicalmente. E ancor più il significato cambia in base alla persona che li guarda o a chi li riceve. A partire da questa ambiguità e possibilità di significati nasce l’idea di Loreak. Ci sembrava interessante esplorare come qualcosa all’inizio tanto spoglio di significato, come un mazzo di fiori, potesse infine trasformarsi nel più sincero dei messaggi. E insieme cambiare la realtà del suo destinatario. Loreak è un film pieno di fiori, nei contesti più diversi, che raccontano storie diverse. Ma che alla fine convergono in un unico discorso».

Flowers è il secondo lungometraggio del duo basco Garaño-Goenaga. Il loro film precedente, In 80 Days (2010) è stato presentato in oltre cento festival internazionali, tra cui Karlovy Vary, San Sebastián, Montreal e Il Cairo, ottenendo numerosi riconoscimenti come il Premio Sebastiane per il miglior film a tematica GLTB. Grazie ai successi della loro casa di produzione, la Moriarti (fondata nel 2001), sono considerati un punto di riferimento per il nuovo cinema basco.
filmografia
Jon Garaño (San Sebastián, Spagna, 1974) è regista, produttore e sceneggiatore. Ha studiato giornalismo e pubblicità alla EHU-UPV (Euskal Herriko Unibertsitatea/Universidad del País Vasco) di Leioa e cinema al Sarobe Centro de Artés Escénicas di Urnieta (Paesi Baschi) e poi a San Diego (CA). I suoi cortometraggi hanno ottenuto numerosi premi internazionali e i suoi documentari sono stati presentati in più di quindici Paesi.

José Mari Goenaga (Ordizia, Spagna, 1976) dopo gli studi in economia a San Sebastián, ha frequentato il corso di cinema al Sarobe Centro de Artés Escénicas di Urnieta (Paesi Baschi). Oltre ai cortometraggi da lui diretti, tra cui i pluripremiati Tercero B (2002), Sintonía (2005) e Lagun mina (2011), ha co-sceneggiato e co-diretto il cortometraggio di animazione Supertramps e il lungometraggio documentario Lucio, entrambi nominati ai Goya come miglior film nel 2005 e nel 2007.

Jon Garaño
Loreak [co-regia José Mari Goenaga] (Flowers, 2014) Urrezko eraztuna (short, 2011) 80 egunean [co-regia José Mari Goenaga] (In 80 Days, 2010) Perurena (2010) Asämara [co-regia Raúl López] (short doc, 2009) On the Line (short, 2008) FGM (short doc, 2008) Miramar Street (short, 2006) The Dragon House (tv doc, 2005) Sahara Marathon [co-regia Aitor Arregi] (doc, 2004) Despedida (short, 2001)

José Mari Goenaga
Loreak [co-regia Jon Garaño] (Flowers, 2014) Lagun mina (short, 2011) 80 egunean [co-regia Jon Garaño] (In 80 Days, 2010) Lucio [co-regia Aitor Arregi] (doc, 2007) Sintonía (short, 2005) Supertramps [co-regia Iñigo Berasategui] (animation, 2004) Tercero B (short, 2002) Compartiendo Glenda (short, 2000)