Domietta Torlasco

Parallax Dash

Parallax Dash

USA • 2018 • 8’ • col.
Erba, pietre, acqua, acciaio: il corpo ricorda il tempo delle cose in questo breve film sulla montagna e il camminare quasi ossessivo di chi ci vive. Memoria geologica e politica, senza centro e senza fine, che ritorna nei filmati di famiglia qui assemblati seguendo una logica di spostamenti, dispersioni, discordanze tra suono e immagine. Lo schermo si divide in due, come nei vecchi apparecchi stereoscopici, ma le immagini non si sovrappongono per creare una visione unica. Invece, si incontrano nella distanza che le separa, così come accade per le persone che vi sono ritratte: un gruppo di donne in una fabbrica occupata, una donna in abito elegante che si specchia, una neonata che scalcia, bambine che posano per la prima comunione. Il ritmo è quello discontinuo di una memoria che mette in contatto realtà e immaginazione.
note
Domietta Torlasco è regista e studiosa di cinema; vive e lavora a Chicago dove è professore presso la Northwestern University. Ha pubblicato due libri sulla relazione tra il cinema e la filosofia, The Time of the Crime: Phenomenology, Psychoanalysis, Italian Film e The Heretical Archive: Digital Memory at the End of Film. I suoi saggi cinematografici inframmezzano materiali eterogenei – filmati originali e d’archivio, testi scritti, voci fuori campo – per esplorare la natura ibrida non solo del cinema ma anche della vita. I suoi lavori più recenti (Philosophy in the Kitchen, House Arrest, Sunken Gardens) sono stati proiettati alla Galerie Campagne Première di Berlino, al Walker Art Center di Minneapolis e al Museum of Contemporary Art di Los Angeles. Stefano “Urkuma” De Santis è incline a fare uso di qualsiasi cosa sia a portata di mano, tra cui laptop, piccoli dispositivi elettronici, clarinetto, effetti, strumenti vocali auto-costruiti, nastri, feedback-box e tutto ciò che sia possibile abusare per produrre suono. “Urkuma” è un antico termine dialettale salentino, che sta ad indicare uno stato di non-equilibrio, una imminente caduta, uno scompenso psico-fisico: in poche parole, è sinonimo di instabilità. “Urkuma” come esatto contrario del concetto di nirvana buddista. Ha pubblicato per le etichette Mik Musik (Polonia), Baskaru (Francia), Chmafu Nocords (Austria), Neus318 (Giappone), Detterent (Canada), Grain Of Sound (Portogallo), Biodata Label (Venezuela). È autore di testi teatrali e di colonne sonore ed è attivo con performance e concerti dal vivo in tutta Europa.
filmografia
Sunken Gardens (short, 2016) Philosophy in the Kitchen (short, 2014) House Arrest (short, 2015) Antigone’s Noir (short, 2008-2009)