Rassegna stampa

BFM 2017

Sfoglia l'estratto dalla rassegna stampa della 35a edizione di Bergamo Film Meeting cliccando sull'immagine:

BFM 2017 Press Reviews

“Bergamo Film Meeting, a differenza di altri festival che hanno attraversato la galassia cinematografica internazionale, ha un’identità; un gruppo di lavoro motivato e competente; e, soprattutto, un pubblico legato profondamente al carattere della manifestazione. È sorprendente e insieme confortante vedere la sala dell’Auditorium riempirsi ogni anno di spettatori attenti e curiosi.” (Davide Ferrario, Corriere della sera – ed. Bergamo)

“Il bel cinema fa movida. I film in concorso che imbottiscono la sala più di un cinepanettone. Le lunghe code sotto la pioggia battente. I nottambuli che domenica si sono fermati  fin oltre alle due di notte per Lo scandalo del vestito bianco con sir Alec Guinness. Cronache di un prodigio ricorrente in Piazza della Libertà.”  (Fabio Cuminetti, Corriere della sera – ed. Bergamo)

“Come ogni anno il Bergamo Film Meeting riesce a trovare il segreto per accendere la miccia del piacere. Quello dello spettatore esigente, del cine lo insaziabile e insieme del cacciatore di novità. Ogni anno il programma sa spaziare dalla novità alla scoperta, al recupero, lungo un percorso che fa sperare in giornate lunghe 36 ore per non perdere niente.“ (Paolo Mereghetti, Corriere della sera)

“C’è chi ha voglia di recuperare le pietre miliari della settima arte, e chi sogna di rivedere i capolavori sul grande schermo. Bergamo Film Meeting viene incontro a questi legittimi, nobili desideri con la sua programmazione ad altissimo tasso di classico e gli occhi sempre attenti a catturare gli scatti innovativi della produzione contemporanea.” (Chiara Bruno, Film Tv)

“Compie un quarto di secolo, e si candida al titolo di Festival lombardo più longevo. Di certo è uno dei più colti e raffinati, oltre che dei più amati dal pubblico.” (Alberto Pezzotta, Corriere della sera)

“…l’unico Festival internazionale in Italia che sappia ancora divertirsi e divertire col cinema, esumando capolavori e rischiando la vita con i cineasti del presente.” (Mario Serenellini, La Repubblica)

“…affidabile e preciso come sempre nelle retrospettive e nelle pubblicazioni e particolarmente curioso nella ricerca di nuovi talenti.” (Luca Mosso, La Repubblica)

“Bergamo Film Meeting dimostra ad ogni edizione di essere il Festival italiano più rigoroso e colto, più votato alla ricerca e alla novità, più capace di salvare il cinema del passato e di scoprire quello del presente.” (Lietta Tornabuoni, La Stampa)

“Bergamo Film Meeting riesce a raccogliere mediamente 25.000 spettatori e, fosse anche solo per le retrospettive, merita attenzione anche da chi lo segue da lontano.” (Maurizio Cabona, Il Giornale)