Books: Animaction + Che cosa sono le digital Humanities

BFM — 41
BFM — 41
15 March
2023
18.30
NXT Station

con Giuseppe Previtali e Giancarlo Grossi
modera l’incontro Virginia Di Bari, Università degli Studi di Palermo, le cui ricerche indagano le interconnessioni tra arte e filosofia, gli atlanti di immagini, l’estetica e la cultura visuale.

Animaction

L’animazione delle immagini a scuola fra senso critico e nuove competenze
Toolkit didattico a corredo del progetto Animaction di FIC – Federazione Italiana Cineforum, iniziativa realizzata nell’ambito del Piano Nazionale Cinema e Immagini per la Scuola promosso da MiC – Ministero della Cultura e MI – Ministero dell’Istruzione.

Che cosa sono le digital humanities
di Giuseppe Previtali

Le digital humanities costituiscono uno dei campi emergenti del sapere e hanno cominciato a essere presenti anche nei corsi universitari. Per statuto a cavallo fra aree disciplinari diverse, esse non soltanto permettono di affrontare in modo nuovo problemi classici di filologia, critica letteraria o storia dell’arte, ma favoriscono una metariflessione sulle possibilità e i limiti del digitale negli studi umanistici. Il volume presenta i temi chiave di questo ambito di ricerca e, attraverso esempi concreti e analisi di caso, fornisce gli strumenti di base per orientarsi criticamente tanto nel dibattito teorico quanto nella pratica progettuale.

Giuseppe Previtali insegna Storia del cinema per l’infanzia e Paesaggio e cultura visuale all’Università degli Studi di Bergamo, dove dal 2018 si occupa di laboratori curricolari di visual literacy e di corsi di aggiornamento per docenti della scuola primaria e secondaria. I suoi interessi di ricerca riguardano le culture visuali contemporanee, il problema dell’educazione al visivo e l’espistemologia delle digital humanities. È autore dei volumi Pikadon. Sopravvivenze di Hiroshima nella cultura visuale giapponese (2017), L’ultimo tabù. Filmare la morte fra spettacolarizzazione e politica dello sguardo (2020), Educazione visuale (2021) e Che cosa sono le digital humanities (2023).

Giancarlo Grossi è assegnista di ricerca in Teoria dei media all’interno del progetto ERC AN-ICON e del Dipartimento di Filosofia “Piero Martinetti” dell’Università degli Studi di Milano e insegna Arti Moderne e Contemporanee presso l’Università degli Studi di Bergamo. I suoi studi esplorano dal punto di vista dell’archeologia dei media l’intersezione tra cinema, scienze della mente e cultura visuale. È autore dei volumi Le regole della convulsione. Archeologia del corpo cinematografico (Meltemi, 2017) e La notte dei simulacri. Sogno, cinema, realtà virtuale (Johan & Levi, 2021).

Eventi

Tutti i film BFM 41

Think big!

Be part of the development, preservation and diffusion of cinematic culture and to share the mission of the Festival, meant at giving visibility to new authors and to emerging cinematic cultures, and at rediscovering great cinema from the past. Support an important cultural gathering but also the main reason to bring all cinema enthusiasts together, creating opportunities for debate, fun and sharing.
Your help can be crucial: together we can do more!