Amerò solo un dio che danza

Archivio
Archivio
Regia di Marina Spada
Italia / 1994 / 5'

Il lavoro nasce da una riflessione sulle donne bosniache stuprate durante la guerra nella ex Jugoslavia. Il filmato è diviso in quattro movimenti: il primo esprime la preghiera, il secondo l’amore, il terzo la guerra e la morte, il quarto la speranza e quindi la resurrezione.

Immagina in grande!

Partecipa alla realizzazione di una delle più importanti manifestazioni cinematografiche italiane ed europee. Promuovi le attività dell’associazione nel corso dell’anno: proiezioni, rassegne, eventi, laboratori, workshop, percorsi di visione, incontri. Sostieni l’Associazione che porta il cinema internazionale a Bergamo e Bergamo in Europa.
Il tuo aiuto può essere fondamentale: insieme possiamo fare di più!