BFM 36 a Brescia:
Fixeur di Adrian Sitaru

BFM — 37
BFM — 37
23 marzo
2018
21.00
Nuovo Eden – Brescia

Proiezione del film Fixeur di Adrian Sitaru, uno dei protagonisti della sezione Europe, Now! della 36a edizione di Bergamo Film Meeting.

Fixeur

Fixeur
Romania/Francia, 2016, 98′, col.

Interpreti
Tudor Aaron Istodor (Radu), Mehdi Nebbou (Axel), Nicolas Wanczycki (Serge), Diana Spatarescu (Anca), Adrian Titieni (l’ispettore di polizia monsieur Molnar), Andreea Vasile (Carmen)

Radu è un ambizioso apprendista giornalista presso un’emittente francese a Bucarest. Dopo lo scandalo su un giro di prostituzione tra la Francia e la Romania, vede nel rimpatrio di Anca, una prostituta minorenne, l’occasione per fare il salto di qualità professionale. Si propone infatti come interprete per Axel, un noto giornalista francese, e senza troppi scrupoli riesce ad arrivare alla giovane, ancora traumatizzata e restia a testimoniare. Radu, però, non ha ancora fatto i conti con la sua coscienza e dopo l’incontro qualcosa nella sua sete di successo comincia a incrinarsi: si accorge di aver trascurato suo figlio, condivide sempre meno i metodi diretti di Axel e riflette sul conflitto fra l’etica giornalistica e quella umana.

Adrian Sitaru

Personalità emergente della “nuova onda” rumena, Adrian Sitaru, quarantasei anni da Deva, Transilvania, è – a dispetto della giovane età – un autore consolidato. Dotato di uno sguardo tagliente e allo stesso tempo profondo, analizza la società del proprio Paese con feroce disincanto, scegliendo argomenti al limite del disturbante, così da mettere a nudo contraddizioni e ambiguità di un popolo che sembra vivere in perenne attesa di cambiamenti che non arrivano mai. Il suo cinema, ricco di sfaccettature, non è mai uguale a se stesso, muta e di film in film riesce a farsi più aderente al reale, più ricco di verità, mantenendo, nonostante questo, un’oggettività spietata, quasi cinica. Sin dall’esordio con il corto Valuri (Waves, 2007), premiato a Locarno nella sezione Pardi di domani, Sitaru si è mosso soprattutto nei circuiti festivalieri. Ma i suoi film hanno avuto fortuna in patria, ma anche in altri importanti mercati come quello francese e tedesco. Oltre ai numerosi corti e cinque lungometraggi ha all’attivo anche film per la tv e una serie. Il suo primo lungo, Pescuit sportiv (Hooked, 2008), presentato alle Giornate degli autori della mostra di Venezia è un’opera singolare: girato tutto attraverso le soggettive dei personaggi principali, esamina con grande lucidità la dissoluzione di una coppia. I successivi Din dragoste cu cele mai bune intentii (Best Intention, 2011) e Domestic (id., 2012) sono ancora film che analizzano il concetto di comunità, famiglia e condivisione, per mezzo di argomenti delicati come la malattia e la morte. I recentissimi Ilegitim (Illegittimo, 2016) e Fixeur (id., 2016) scelgono invece temi limite quali l’incesto e la prostituzione minorile per scrutare a fondo le complessità della natura umana, ma guardano anche in chiaroscuro, esplorando l’ambiguità dei comportamenti che dividono il pubblico dal privato, la società contemporanea ben oltre i confini della Romania.

Informazioni

Intero: 6.00 euro
Ridotto: 5.00 euro (studenti fino a 26 anni, over 65, possessori Card Brescia Musei Desiderio, dipendenti Comune di Brescia. Convenzione speciale con Trenord: riduzione per possessori tessera ITINERO e tessera IO VIAGGIO in corso di validità, possessori di biglietto ordinario Trenord con origine da qualsiasi stazione della rete e con destinazione Brescia obliterato nella medesima giornata della proiezione o di biglietto giornaliero “daypass” obliterato nella medesima giornata della proiezione).

Ingresso Cinecard: 4,00 euro.
Richiedi la tua Cinecard in cassa al prezzo di 45,00 euro per 10 proiezioni e validità di 1 anno dal giorno dell’emissione.

Eventi