La via Emilia è un aeroporto

Archivio
Archivio
Regia di Franco Vaccari
Italia / 2000 / 14'30''

Il video racconta uno spaccato di vita degli abitanti della Via Emilia. L’artista ci mostra dapprima l’interno di un’abitazione di stranieri intenti a guardare la tv, per poi spostarsi al di fuori, nel buio della strada. Nella fredda notte emiliana, Vaccari interagisce con delle prostitute del posto, avvicinandole e offrendo loro un mazzo di fiori; il gesto destabilizzante stride con la quotidianità delle prostitute, che in alcuni casi accolgono con diffidenza l’offerta dell’artista. Vaccari utilizza la strada, “spazio sospeso”, quale luogo in cui l’individuo (e l’artista stesso), sperimenta un indebolimento della propria identità e al contempo cerca di ricostruirne una nuova. Sorto il giorno, la telecamera percorre la strada mostrando diversi modellini ed esemplari reali di aeroplani installati lungo la via, allusione alla voglia di evasione della popolazione.

Immagina in grande!

Partecipa alla realizzazione di una delle più importanti manifestazioni cinematografiche italiane ed europee. Promuovi le attività dell’associazione nel corso dell’anno: proiezioni, rassegne, eventi, laboratori, workshop, percorsi di visione, incontri. Sostieni l’Associazione che porta il cinema internazionale a Bergamo e Bergamo in Europa.
Il tuo aiuto può essere fondamentale: insieme possiamo fare di più!